EMI – European Medical Institute

TERAPIE FISICHE STRUMENTALI

Con questo termine si intende l’utilizzo e la somministrazione di energie fisiche (per mezzo di strumenti)  a scopo terapeutico.

Presso EMI, il personale abilitato svolge, su prescrizione medica, sedute di Tecarterapia (diatermia), Tens, Terapia con microcorrenti, Onde d’urto.

Tens –  è un’elettroterapia che consiste nella stimolazione elettrica transcutanea dei nervi tramite uno strumento che produce corrente elettrica modulata. Indicazioni: cervicale tendinopatie, dolori reumatici, ossei o nervosi: lombalgie, dorsalgie, sciatalgie,distorsioni, lussazioni, epicondilite, epitrocleite, ecc.

Tecarterapia – La TECAR, è uno strumento che svolge un’azione di diatermia capacitivo-resistiva, è una terapia fisica strumentale che, sfruttando il principio fisico del condensatore, mobilizza le cariche elettriche – sotto forma di ioni – all’interno del corpo umano, e ha come indicazioni terapeutiche le più comuni problematiche infiammatorio-dolorose dell’apparato muscolo-scheletrico:

– lesioni muscolao-tendine, lesioni legamnetose

– borsiti; versamenti post-traumatici ed ematomi in profondità

– fasciti plantari; tendiniti; tendinosi; sinoviti

– ernia discale; artrosi; artriti

Terapia con microcorrenti “Manutech” – è uno strumento terapeutico che permette, attraverso le funzioni di Polarterapia e Biorisonanza cellulare, di riorganizzare sia le attività sistemiche (pompa venosa,pompa linfatica, attività delle miofibrille, ecc) sia quelle metaboliche (aumento della permeabilità di membrana cellulare, attivazione delle pompe ioniche, incremento degli scambi molecolari etc). Lo strumento riproduce una serie di segnali bioelettrici che caratterizzano in natura le varie attività metaboliche a livello cellulare, della matrice interstiziale, del connettivo, del muscolo e dell’apparato circolatorio venoso e linfatico.

Attraverso queste azioni le micro correnti sono in grado di ottenere effetti di biostimolazione cellulare (ripristino dell’interscambio cellula-matrice), effetto decontratturante e di tonotrofismo muscolare (attraverso una maggiore perfusione del sangue), drenaggio linfatico superficiale e profondo e microangiogenesi, indispensabile negli interventi di ricostruzione del tessuto e wash-out (calcificazioni ,lesioni tendinee e muscolari, patologie degenerative etc).

– Onde d’urto – Da un punto di vista fisico sono definite come onde acustiche ad alta energia.
Sono impulsi pressori con un fronte di salita rapidissimo (circa 10 miliardesimi di secondo), brevissimi di salita e discesa dello spike (tra 2 e 5 milionesimi di secondo) e tempi complessivi di durata del ciclo d’onda inferiori a 10 millesimi di secondo. Questi impulsi generano una forza meccanica diretta che può essere indirizzata sulle parti del corpo da trattare. Le principali indicazioni terapeutiche relative all’apparato muscolo scheletrico sono:

Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi; Necrosi asettica testa omero/femore; Fratture da stress;  Algoneurodistrofia

Patologie dei tessuti molli: Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio; Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin. ; Calcificazione e ossificazione; Miositi ossificanti; Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce.

Tendinopatie; Tendiniti; fasciti Tendinopatia calcifica di spalla.